Gli investimenti Italiani nel settore energetico in Messico sono cresciuti del 205% nell’ultimo anno: 839 milioni di dollari investiti nell’attività di generazione, trasmissione e distribuzione di energia elettrica, cifra che rappresenta il 66,5% degli investimenti italiani realizzati nel 2017 in questo paese.

Con queste cifre, l’Italia è in testa alla classifica dei paesi che hanno investito in questo settore, seguita da Spagna (593,8 milioni di dollari) e UK (51,1 milioni di dollari); altri paesi che hanno investito sono Colombia, Canada, Francia e USA.

I nuovi investimenti nel settore colgono le opportunità create dopo la riforma energetica approvata in Messico nel 2013: la riforma ha favorito la creazione di progetti nel settore dell’energia pulita, grazie alla vasta presenza di risorse rinnovabili nel paese e alle tecnologie disponibili a livello mondiale.

La riforma energetica ha eliminato le barriere che impedivano lo sviluppo di nuovi progetti e tecnologie. Dal 2004 il tasso medio annuo di crescita nella produzione di energia da fonti rinnovabili è stato del 3,2%. Nel primo semestre del 2017 il Messico ha generato il 20,82% dell’energia elettrica utilizzando fonti energetiche sostenibili, di cui il 9.38% idroelettrica, 3.19% eolica, 1.95% geotermica, 0,75% scarti di canna di zucchero, 0.17% fotovoltaica, 0.08% biogas (Dati del Ministero di Energia del Messico)

Secondo il Governo messicano gli investimenti pianificati grazie alla riforma energetica nel 2018 supereranno i 200.000 milioni di dollari.

Sei un’azienda attiva nel settore energetico e sei interessata ad avere più informazioni a riguardo? Contattaci!